L’arte della fisioterapia, a Milano

Per quanto riguarda la salute, la Lombardia e Milano sono una eccellenza in Italia.
La fisioterapia a Milano si è molto sviluppata negli anni, ed offre un panorama ampio ed eterogeneo di studi e centri di riabilitazione.

Ma…

Cos’è la fisioterapia?

Letteralmente è la terapia del corpo.

Oggi si tende più a chiamarla fisiokinesiterapia per sottolineare la fondamentale importanza che il movimento (kinesi) ha nel concetto di riabilitazione.

mobilizzazione ginocchio fisioterapia Milano

Fisioterapia dell’articolazione del ginocchio, mobilizzazione manuale

Lo studio della fisioterapia comprende tutte le tecniche manuali e strumentali che il professionista, cioè il fisioterapista, ha a sua disposizione.

È un mondo in continua evoluzione, ed ormai tanto vasto che si potrebbe, come per la categoria medica, individuare delle specializzazioni, per avere degli studi di fisioterapia:

  • ortopedica
  • cardio-vascolare
  • respiratoria
  • neurologica
  • ecc..

Tuttavia quello che però rende davvero efficace il percorso di riabilitazione è un approccio che va nella direzione diametralmente opposta: l’integrazione.

Nello studio della fisioterapia la cosa fondamentale è che si trattano le persone, e non i sintomi.
E questo significa che il fisioterapista deve prendersi carico del paziente nella sua totalità, perché spesso il problema con il quale si presenta al centro di fisioterapia non è altro che la “punta dell’iceberg”.

Come funziona la fisioterapia?

Come dicevamo, il lavoro del fisioterapista si svolge attraverso l’applicazione di tecniche.
Che saranno differenti in base al risultato che si vuole ottenere ed al tessuto che si vuole trattare. Un percorso di riabilitazione di qualità è dinamico. Ogni seduta sarà differente, e spesso all’interno dello stesso trattamento si utilizzeranno tecniche molto differenti tra loro.

Il corpo risponde agli stimoli che riceve, ed il fisioterapista deve cogliere questi risposte ed adattare il proprio lavoro in tempo reale.
Se il corpo non risponde o non è stata scelta la tecnica corretta, o è stata applicata male. Ed il percorso riabilitativo si blocca.

Lo scopo di tutti questi sforzi è influenzare dall’esterno il corpo del paziente per riportarlo alla normalità. E sottolineiamo dall’esterno in quanto esistono pratiche (agopuntura, dry needling, ecc. ) che, per quanto efficaci, per legge non fanno parte degli strumenti del fisioterapista (in Italia sono competenza specifica medica).

Esistono un gran numero di tecniche riabilitative, e di nuove ne vengono continuamente proposte.
La fortuna di avere uno studio di fisioterapia a Milano è che da qui passa la maggior parte dell’offerta formativa italiana, il che ci permette di essere sempre aggiornati.

All’interno del panorama di possibili tecniche fisioterapiche si possono distinguere due filoni maggiori:

  • Terapia manuale
    Racchiude tutte quelle tecniche manuali la cui validità sia provata in modo scientifico. Si parla infatti di Evidence-Based Medicine (EBM) o medicina basata sull’evidenza, e rappresenta il cuore della fisioterapia moderna. Esistono molte altre tecniche che non rientrano in questo filone. Questo non significa che non siano efficaci, ma semplicemente che ad oggi questa efficacia non sia stata dimostrata attraverso i criteri stabiliti nel mondo scientifico-accademico.
  • Terapie fisiche o strumentali
    A questo gruppo fanno capo tutte quelle terapie che vengono svolte attraverso uno strumento (Tecarterapia®, TENS, Ultrasuoni, Laser, Onde d’urto, ecc.). Esiste una letteratura scientifica a supporto della loro efficacia, ma, purtroppo, risulta spesso carente. Perlopiù a causa della lentezza nel creare studi scientifici validi rispetto alla gran velocità nella evoluzione tecnologica degli strumenti.
Mobilizzazione piede fisioterapia Milano

Mobilizzazione fisioterapica delle piccole articolazioni del piede

A cosa serve la Fisioterapia

Indipendentemente dalla tecnica scelta, lo scopo finale è sempre lo stesso: riportare l’equilibrio nel corpo.

Nella maggior parte dei casi, i pazienti che si rivolgono alla fisioterapia lo fanno perché hanno dolore.
Il dolore non è altro che un segnale di disagio del corpo. C’è qualche cosa che non funziona bene, e quando il corpo non riesce più a compensare il problema, ce lo comunica.

Spesso, però, l’origine del problema non è dove si manifesta il dolore.

Un esempio classico? Mi faccio male alla caviglia, magari in modo non importante. Non me ne curo, perché, in qualche modo, riesco a camminare senza avere dolore, e dopo qualche giorno me ne dimentico. Poi comincia a farmi male la schiena.
Cos’è successo? Per non avere dolore alla caviglia ho modificato il mio schema del passo. Sforzo meno la caviglia, ma di più la schiena. Che alla lunga, inizia a fare male.

Cosa offre lo studio della fisioterapia? Ovviamente degli strumenti per trattare la parte dolente (la schiena nel nostro esempio), per togliere il dolore. Ma se si fermasse li il lavoro sarebbe svolto a metà, perché poi questo tornerebbe.

Invece, attraverso una attenta valutazione funzionale il fisioterapista identifica l’origine del problema, e cioè la caviglia. E trattando anche questa, va a risolvere il disturbo all’origine, e quindi in modo duraturo.

Alcuni esempi di dove si può agire con la fisioterapia

Nel nostro studio di fisioterapia a Milano potrete trovare le competenze giuste per:

  • ridurre l’infiammazione di un nervo per eliminare il dolore di una protrusione o un’ernia
  • recuperare il movimento di una articolazione bloccata, magari a causa di un intervento ad un menisco o un crociato
  • sgonfiare una articolazione edematosa, ad esempio in seguito ad una distorsione
  • eliminare sintomi dolorosi come mal di testa, spesso conseguenza di problemi muscolari o articolari
  • recuperare tono e coordinazione muscolari dopo un infortunio